17.7 C
Los Angeles
sabato, Maggio 25, 2024

Milano, giornalista Alberto Dandolo aggredito in casa sua

(Adnkronos) - Aggredito nella sua casa di...

Festival di Cannes 2024, chi ha vinto: tutti i premiati

(Adnkronos) - Festival di Cannes, si chiude...

Manchester United vince FA Cup, City di Guardiola battuto 2-1

(Adnkronos) - Il Manchester United conquista per...

Tumori, 90% pazienti chiede al web ma 30% notizie è falso
T

La striscia

(Adnkronos) – Quasi il 90% dei malati di cancro utilizza Internet alla ricerca di ulteriori informazioni sul cancro e la metà dei millennial si rivolge alla Rete lo stesso giorno in cui riceve la diagnosi di tumore: i social sono sempre più utilizzati come 'anti-ansia', ma il 30% delle notizie sulle neoplasie pubblicate su queste piattaforme è falso. Sono alcuni dei dati emersi durante il corso di perfezionamento promosso dall'Università Politecnica delle Marche e dalla Clinica oncologica degli Ospedali Riuniti di Ancona, che si conclude oggi nel capoluogo marchigiano. Obiettivo dell'iniziativa: formare medici, psicologi, pazienti, infermieri, manager delle aziende del farmaco a comunicare correttamente il cancro, la medicina e la salute. Il corso, che ha coinvolto clinici, docenti e giornalisti, è il primo del genere realizzato in Italia e l'Università Politecnica delle Marche organizzerà da aprile la seconda edizione. Oggi in ateneo, nell'ambito di un convegno nazionale, si svolge la cerimonia di consegna degli attestati ai 18 professionisti che hanno superato la prima edizione del corso. L'evento ospita anche la prima edizione del premio nazionale 'Comunicare il cancro, la medicina e la salute'. Per il 2023 sono premiati Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus; Sandra Balboni, presidente Loto OdV; Rossana Berardi, professore ordinario di Oncologia medica all'Università Politecnica delle Marche e direttore della Clinica oncologica ospedali riuniti di Ancona; Mauro Boldrini, direttore comunicazione Aiom (Associazione italiana di oncologia medica); Raffaella Cesaroni (Sky Tv); Daniela Minerva (la Repubblica); Luigi Ripamonti (Corriere della Sera); Ilaria Piuzzi (AstraZeneca); Donatella Romani (Medicina e Informazione). La motivazione, per tutti i premiati, è di essersi particolarmente distinti nella comunicazione della medicina e della salute, con specifico riferimento alla lotta ai tumori. "La corretta comunicazione non è un'opzione, ma un dovere – afferma Berardi – Quasi il 90% dei pazienti oncologici utilizza Internet alla ricerca di ulteriori informazioni sul cancro e il 49% dei millennial si rivolge alla Rete lo stesso giorno in cui riceve la diagnosi di tumore. Il 78% dei pazienti ritiene che Internet aumenti la capacità di assumere decisioni consapevoli e per il 71% rappresenta un aiuto anche nell'affrontare ansia e paura". Una metanalisi su più di 6mila pazienti ha infatti dimostrato che i social network costituiscono strumenti utili per controllare il disagio psichico che colpisce la maggioranza delle persone affette da cancro e per migliorarne la qualità di vita. "Ma almeno il 30% delle notizie sui tumori pubblicate nei social network è falso – avverte l'oncologa – e può causare pericolose conseguenze e indurre a posticipare o addirittura a non seguire terapie salvavita, a ricorrere a pericolosi metodi 'fai da te' o all'utilizzo di strumenti alternativi privi di validità scientifica". "Il nostro obiettivo – sottolinea Marcello D'Errico, professore ordinario all'Università Politecnica delle Marche e componente del Comitato ordinatore del corso di perfezionamento – è fornire strumenti a 360 gradi agli operatori sanitari e a tutti coloro che hanno maturato interesse per la comunicazione, ma che hanno ancora scarsa consapevolezza dell'uso professionale delle piattaforme digitali. Forti del successo della prima edizione, abbiamo deciso di dar vita alla seconda. Prevediamo di rendere il corso idoneo anche ai regolamenti destinati a chi lavora nella pubblica amministrazione, ad esempio agli uffici stampa". Il corso di perfezionamento è parte di un progetto più ampio, 'comunicareilcancro', che prevede un portale dedicato (www.comunicareilcancro.it) e profili sui principali social. "Comunicare il cancro e, più in generale, la medicina e la salute in modo corretto – dichiara Mauro Silvestrini, preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'ateneo marchigiano – rappresenta un'arma da sfruttare anche in termini di sanità pubblica ed è un formidabile strumento di educazione per l'intera popolazione. Ma, per farlo, bisogna conoscere i meccanismi della comunicazione. L'università ha il compito di formare i professionisti sanitari e la comunicazione della salute deve rientrare nel percorso di studio degli operatori. I media, in particolare i social network, offrono un'opportunità importante per porre i pazienti al centro del sistema salute: consentono infatti di recuperare la fiducia dei cittadini, di interagire e utilizzare strumenti, come lo storytelling, per generare un dialogo". Nel 2022, in Italia, sono state stimate 390.700 nuove diagnosi di cancro, ricorda una nota. In 2 anni, l'incremento è stato di 14.100 casi. "L'oncologia rappresenta l'area medica che ha registrato i più grandi progressi e la prognosi delle malattie tumorali è molto cambiata, per questo sia i media che i cittadini non devono più associare al cancro il concetto di incurabilità – rimarca Boldrini – Troppo spesso Internet e in particolare i social network sono regno di cattiva informazione per quanto riguarda i tumori e, più in generale, la salute. Chi fa comunicazione e informazione deve porre attenzione alle fake news, controllare le fonti e verificare sempre l'attendibilità dei dati. Dall'altro lato, è necessario che anche i cittadini adottino un atteggiamento più consapevole su questi temi". —salutewebinfo@adnkronos.com (Web Info)

FLASH

Le ultime

Salute, Fatale (J&J MedTech): “Al fianco di Sicob per offrire migliori cure al paziente obeso”

(Adnkronos) - "La partnership consolidata che da anni ci vede al fianco della Sicob ha come obiettivo comune quello...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella tua casella di posta.