14 C
Los Angeles
lunedì, Maggio 20, 2024

Mase seleziona piani di decarbonizzazione con idrogeno in settori ‘hard to abate’
M

La striscia

(Adnkronos) – Il ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica seleziona i progetti che, nei settori industriali in cui è più difficile abbattere le emissioni, prevedano la sostituzione di combustibili fossili con idrogeno a basso contenuto di carbonio. È disponibile sul sito del Mase, nell’ambito dell’investimento del Pnrr 'Utilizzo dell’idrogeno in settori hard-to-abate' (Misura M2C2 – Investimento 3.2) l’avviso pubblico per la presentazione delle iniziative progettuali.  “E’ un altro passo – afferma il ministro Gilberto Pichetto – verso la promozione del mercato nazionale dell’idrogeno. Ci concentriamo nei settori in cui è più complesso intervenire, sviluppando in questo modo non solo tecnologie pulite, ma anche una maggiore sicurezza energetica per le imprese. L’idrogeno è una filiera strategica per il futuro, su cui questo ministero punta molto”.  La misura – spiega il Mase – promuove la realizzazione di Piani di decarbonizzazione industriale che prevedono, anche congiuntamente, l’uso di idrogeno a basso contenuto di carbonio, la produzione di idrogeno rinnovabile, la realizzazione di dimostratori tecnologici. Tutte le iniziative ammesse ad agevolazione dovranno garantire un risparmio di combustibili fossili, fino a punte del 90% e comunque non inferiori al 10%. A questa iniziativa è destinato complessivamente 1 miliardo di euro del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. —pnrr/transizione-ecologicawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

FLASH

Le ultime

Roma, a richiesta biglietto minaccia con coltello vigilante: inseguito e bloccato in metro

(Adnkronos) - Momenti di tensione alla stazione San Giovanni della metropolitana linea A di Roma dove una guardia giurata...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella tua casella di posta.