14.5 C
Los Angeles
mercoledì, Maggio 22, 2024

Chico Forti, oggi l’incontro con la madre

(Adnkronos) - Chico Forti lascerà in mattinata...

Meteo, ancora tante piogge fino a domenica: poi arriva l’anticiclone africano

(Adnkronos) - Ancora Ancora tante piogge sull'Italia secondo...

Istituito Tavolo tecnico su maculopatie, principale causa di cecità fra over 75
I

La striscia

(Adnkronos) – Il ministro della Salute Orazio Schillaci ha firmato il decreto per l'istituzione del Tavolo tecnico sulle maculopatie. "Ringraziamo il ministro Schillaci per la firma del decreto sull'istituzione di un Tavolo tecnico per regolamentare le problematiche legate al grosso capitolo delle iniezioni intravitreali per la cura delle maculopatie, tra le più attuali e urgenti questioni in campo nel mondo dell'oftalmologia italiana". Così Teresio Avitabile, presidente della Società italiana di scienze oftalmologiche (Siso), plaude alla decisione del ministro di firmare il decreto che istituisce il Tavolo tecnico per l'approfondimento delle tematiche concernenti lo sviluppo delle terapie intravitreali in oftalmologia, proprio alla vigilia del suo intervento alla cerimonia inaugurale del Congresso Siso questa mattina a Roma.  "Attualmente – ricordano gli oculisti – si sono rese disponibili cure molto efficaci che inibiscono i fattori di crescita di nuovi vasi sanguigni che accelerano la degenerazione maculare, una patologia legata all'età che colpisce una persona su tre dopo i 75 anni ed è tra le principali cause di cecità. Tuttavia mancano ancora indicazioni per definire più appropriati percorsi terapeutici di gestione di questa grave patologia cronica che il Tavolo tecnico appena istituto provvederà a colmare". Il ministro durante il suo intervento ha anche manifestato la "disponibilità a riaggiornare i Lea e anche a rivedere le tariffe, in considerazione di cure e prestazioni ancora più avanzate rispetto al 2017".  Schillaci ha condiviso la necessità di proseguire anche in futuro "un dialogo collaborativo e costruttivo per migliorare e potenziare il ruolo dell'oftalmologia italiana nell'ambito della sanità nazionale, a tutela della salute dei cittadini. In particolare, nel suo intervento, ha sottolineato che "l'attenzione verso l'oculistica e i suoi pazienti è costante. Prevenzione, cura e riabilitazione sono pilastri dell’azione di contrasto alle malattie dell'apparato visivo nell'ambito del Servizio sanitario nazionale. Le malattie oculari maggiormente diffuse in Italia sono quelle dovute alla degenerazione maculare legata all'età, che possono anche rappresentare delle comorbilità e influire pesantemente sul mantenimento dell'autonomia delle persone anziane e delle persone disabili".  "L'impatto di una cura o riabilitazione tardiva di queste malattie è potenzialmente rilevante in termini personali e sociali. Ecco perché – ha concluso Schillaci – anche con il vostro supporto, è fondamentale continuare a sensibilizzare le persone a effettuare con regolarità i controlli oculistici, specialmente in presenza di fattori di rischio come l'età o casi di familiarità". —salute/sanitawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

FLASH

Le ultime

Vaccini: da nord a sud, sempre più ‘open day’

(Adnkronos) - I vaccini sono uno strumento fondamentale per salvare vite, combattere il fenomeno dell'antimicrobico-resistenza e prevenire alcuni tumori....

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella tua casella di posta.