12.6 C
Los Angeles
martedì, Febbraio 27, 2024

Influenza in calo ma ancora tanti casi in bimbi under 5
I

La striscia

(Adnkronos) – L'influenza sta scemando ma ancora colpisce i più piccoli, gli under 5 dove si registra una lieve risalita dei casi. "Quella tra 0-4 anni è la fascia più colpita dall'influenza, ma non è una novità perché questi bambini hanno un sistema immunitario ancora non competente, ovvero non riesce a contenere l'attacco dei virus respiratori e quindi si ammalano di più e con una frequenza anche più alta", dice all'Adnkronos Salute Antonio D'Avino, presidente della Federazione italiana medici pediatri (Fimp). "Questi agenti patogeni si trasmettono con grande facilità nel contesto scolastico e sociale", dato che "questa fascia d'età non adotta nessuna misura di distanziamento, si tossiscono e starnutiscono in faccia. Poi dobbiamo considerare che veniamo dal post pandemia Covid dove questi virus non hanno praticamente circolato tra la popolazione viste le misure come mascherine e lockdown. Ecco la ripresa dei casi di influenza lo scorso anno e quest'anno". D'Avino interviene sui dati dei bollettini della sorveglianza RespiVirNet pubblicati dall'Istituto superiore di sanità. Negli ultimi 7 giorni monitorati è "ancora in netto calo il numero di casi di sindromi simil-influenzali", si legge, ma l'incidenza "resta sostenuta. Nella terza settimana del 2024 è a 11,6 casi per mille assistiti, mentre nella settimana precedente era 14,4". "Non solo l'influenza, abbiamo osservato tanti casi di virus respiratorio sinciziale sotto l'anno di vita – aggiunge – bambini con bronchiolite che hanno difficoltà a respirare", e su questo punto il presidente della Fimp fa chiarezza sull'affollamento dei pronto soccorso: "E' vero che gli ospedali si sono lamentanti di aver ricoverato molti di questi casi, ma andrebbe detto che quella è la punta di un iceberg. Diciamo che un bambino su 20 di quelli che curiamo noi pediatri sul territorio finisce in ospedale. Siamo un filtro rispetto a numeri ben più grandi che potrebbero recarsi in ospedale".  Il suggerimento della Fimp è "di programmare meglio, sappiamo da anni che ci sono periodi particolari durante l'anno dove c'è un picco di casi pediatrici colpiti dai virus respiratori, facciamo in modo – sottolinea D'Avino – di preparare meglio la medicina territoriale. Noi abbiamo un progetto per l'assistenza nei prefestivi e festivi con le consulenze pediatriche. Così potremmo – conclude – arrivare ad intercettare il 95% dei casi".  —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

FLASH

Le ultime

Parkinson, all’Irccs Mondino di Pavia somministrata nuova terapia

(Adnkronos) - A pochi giorni dalla disponibilità in commercio, la folsevodopa/foscarbidopa è stata somministrata per infusione sottocutanea a Pavia...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella tua casella di posta.