12.6 C
Los Angeles
martedì, Febbraio 27, 2024

Tre soldati Usa uccisi in attacco droni in Giordania, 25 i feriti
T

La striscia

(Adnkronos) – Tre soldati dell'esercito americano sono stati uccisi e almeno 25 membri in servizio sono rimasti feriti in un attacco di droni durante la notte contro un piccolo avamposto americano in Giordania. Lo hanno reso noto funzionari statunitensi alla Cnn. E' la prima volta che truppe americane vengono uccise dal fuoco nemico in Medio Oriente dall'inizio della guerra di Gaza. Il Comando Centrale degli Stati Uniti ha confermato in una dichiarazione che tre membri del servizio sono stati uccisi e 25 feriti in un attacco di droni a senso unico che “ha avuto un impatto su una base nel nord-est della Giordania”. L’uccisione dei tre americani in territorio giordano, al confine con la Siria, rappresenta una significativa escalation di una situazione già precaria in Medio Oriente. A partire da venerdì, ci sono stati più di 158 attacchi contro gli Stati Uniti e le forze della coalizione in Iraq e Siria, anche se i funzionari hanno descritto il costante lancio di droni, razzi e missili come infruttuosi in quanto spesso non hanno causato lesioni gravi o danni alle infrastrutture. "Mentre stiamo ancora raccogliendo i fatti di questo attacco, sappiamo che è stato effettuato da gruppi militanti radicali sostenuti dall'Iran che operano in Siria e Iraq", ha detto il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. "Non abbiate dubbi – ha aggiunto – chiederemo conto a tutti i responsabili nel momento e nel modo che sceglieremo".  —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

FLASH

Le ultime

Siena: nuova vita per il capolavoro Fonte Gaia di Tito Sarrocchi in Piazza del Campo

(Adnkronos) - Un cantiere lungo oltre mille ore, da ottobre 2023 a febbraio 2024, venti settimane di lavoro no...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella tua casella di posta.