13.5 C
Los Angeles
mercoledì, Febbraio 28, 2024

Sanremo 2024, serata cover tra grandi ospiti e autocelebrazioni
S

La striscia

(Adnkronos) – Per la serata delle cover di Sanremo 2024, la scelta prevalente è l'omaggio alla grande musica italiana con la presenza sul palco, come ospite, dell'interprete originale del brano: da Riccardo Cocciante a Gianna Nannini, da Roberto Vecchioni a Donatella Rettore, da Umberto Tozzi ai Gemelli DiVersi, da Pino D'Angiò agli Eiffel65, da Fabrizio Moro a Ivana Spagna. Nonostante quest’anno la scelta per la serata del venerdì fosse aperta a brani pubblicati fino all’anno scorso e a brani internazionali, la maggioranza dei 30 artisti in gara ha scelto brani italiani molto noti e legati in diversi casi alla storia del festival. Su 30 artisti in gara solo 4 hanno scelto di proporre cover di hit internazionali: è il caso di Annalisa con 'Sweet Dreams (Are made of this)' degli degli Eurythmics, di BigMama con 'Lady Marmalade' dei Labelle, de Il volo con 'Who Wants to Live Forever' dei Queen e dei Santi Francesi con 'Hallelujah' di Leonard Cohen. Non manca qualche autocelebrazione, con artisti che hanno scelto di reintepretare dei loro successi: come Sangiovanni, Renga & Nek, Ricchi e Poveri, e, parzialmente, anche Dargen D'Amico (che unisce il testo delle sue 'Modigliani' e 'Come si balla' alle note di 'The Crisis' di Ennio Morricone) e Fiorella Mannoia (che propone un omaggio reciproco con Gabbani sulle note dei due rispettivi brani che si piazzarono al primo e secondo posto di Sanremo 2017).  —spettacoliwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

FLASH

Le ultime

La pediatra: “Bimbi poco vaccinati, ricoveri da influenza per complicanze”

(Adnkronos) - "Siamo in una fase in cui si è ridotto il picco epidemico causato dai virus influenzali, che...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella tua casella di posta.