Strasburgo, voto sulle rinnovabili: “Approvato il diritto all’energia a KM 0”
S

La striscia

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Consumo di suolo e fotovoltaico, i conti non tornano

Per l’eccessivo consumo del suolo nel 2030 l’Italia dovrà affrontare un costo di 100 miliardi, quasi la metà del...

Assalto alla biodiversità ed al verde del Centro Italia

Intere zone paesaggistiche, agricole e forestali minacciate da richieste ed investimenti anche spregiudicati. Aggravante pericolo terremoto. Roma - Civita di...

I più letti

Grano canadese avariato in porto: Ravenna nega lo scarico alla nave Sumatra

Per la consolazione degli agricoltori, in questa ultima settimana si sono registrati forti rialzi nel listino prezzi del grano...

Sardegna, incendiati oltre 20mila ettari: “Quota del Pnrr sia destinata alla riforestazione”

Ancora incendi in Sardegna. L'Oristanese brucia da due giorni, la macchina dell'antincendio è impegnata con tutti gli uomini e...

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Si è votato oggi a Strasburgo il pacchetto UE 2030 che riguarda accordi sulle rinnovabili, efficienza energetica e governance. L’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Dario Tamburrano annuncia: “Con il voto di oggi sulla direttiva rinnovabili e sul regolamento della governance per l’unione dell’energia, il Parlamento europeo fa un importante passo avanti nella direzione di un futuro libero dalle fonti fossili inquinanti. Il nostro obiettivo principale è stato raggiunto: vengono riconosciuti i diritti di chi vuole produrre energia a km zero – dichiara l’europarlamentare,  e aggiunge – Grazie alla battaglia del Movimento 5 Stelle finalmente tutti i cittadini europei potranno associarsi per formare una comunità locale
per l’energia.

“Si potrà – continua Tamburrano – autoprodurre, immagazzinare, autoconsumare, scambiare energia da fonti rinnovabili e vendere quella in eccesso ad un prezzo pari almeno al valore di mercato. Viene sancito il principio base secondo il quale l’autoconsumo non è soggetto ad oneri, che possono essere imposti dallo Stato solo a precise condizioni. Ciò che è accaduto in Italia, Spagna e altrove dimostra che questi diritti non erano affatto scontati. Inoltre, finalmenteviene fatta trasparenza sui sussidi alle fonti fossili inquinanti. Gli Stati membri infatti saranno obbligati a dichiarare tutti i sussidi nazionali all’energia e dovranno fornire un pianosulla graduale eliminazione delle fonti fossili”, conclude Tamburrano.

FLASH

Le ultime

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.