Omicron, Oms: “Presto per dire se sottovarianti più gravi”
O

La striscia

(Adnkronos) – “Stiamo assistendo a un aumento dei casi Covid segnalati” nella regione delle Americhe e in quella africana, “guidato dalle sottovarianti di Omicron”. Nello specifico, “gli scienziati sudafricani che hanno identificato Omicron alla fine dell’anno scorso, hanno ora segnalato altre 2 sottovarianti di Omicron, BA.4 e BA.5, come la ragione di un picco” registrato “nei casi in Sudafrica. È troppo presto per sapere se queste nuove sottovarianti possono causare malattie più gravi rispetto ad altre sottovarianti Omicron, ma i primi dati suggeriscono che la vaccinazione rimane protettiva contro malattie gravi e morte”. A fare il punto è stato il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, oggi durante il briefing con la stampa, parlando delle new entry nella famiglia della variante di Sars-CoV-2 dominante, fra cui c’è anche quella che negli Usa è additata come la responsabile dell’aumento di contagi (e dell’innalzamento del livello di allerta) a New York, BA.2.12.1.  

FLASH

Le ultime

Quarta ondata di caldo, le previsioni per le prossime ore

In questa seconda parte della settimana si sta facendo strada sull’Italia una massa d’aria rovente associata, come sempre, dall’anticiclone...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.