Roland Garros 2022, Nadal trionfa: i numeri di Re Rafa
R

La striscia

(Adnkronos) –
Rafa Nadal re di Parigi per la 14esima volta. Il 36enne spagnolo trionfa al Roland Garros 2022 e scrive un’altra pagina della sua storia strepitosa. Il mancino di Manacor conquista il 14esimo titolo sulla terra rossa parigina, il 22esimo Slam e il 92esimo torneo in assoluto. Nadal demolisce il norvegese Casper Ruud sul ‘suo’ campo, il Centrale del Roland Garros che lo ha consacrato nel 2005 – con il primo successo – e che è diventato il palcoscenico abituale per l’iberico. Accanto ai 14 trionfi parigini, nel palmares stracolmo spiccano 2 edizioni di Wimbledon, 4 dell’US Open e 2 dell’Australian Open. 

A fare da cornice, anche 11 titoli vinti in doppio. In totale, Nadal ha vinto 1052 match in singolare, incassando 212 sconfitte in una carriera ventennale. I premi, tra singolare e doppio, sfiorano i 130 milioni di dollari (128,3 al momento). Al di là dei numeri impressionanti, l’impronta che Nadal si appresta a lasciare è assolutamente indelebile. Un talento atletico senza pari, una macchina da tennis capace di spazzare via i rivali sulla terra rossa – la superficie ampiamente preferita – e di adattarsi con estremo successo anche all’erba, al cemento, alle varie gradazioni di sintetico. 

Il tennis fatto di potenza e rotazioni estreme si è evoluto ed arricchito, diventando via via efficace e vincente ovunque, anche sui campi che avrebbero dovuto premiare caratteristiche diverse rispetto a quelle del mancino spagnolo. Le ultime stagioni, complice una carta d’identità non più verdissima, sono state caratterizzate da problemi fisici e acciacchi. La selezione degli impegni e dei tornei è diventata un obbligo. Il Nadal della maturità, dopo un 2021 tra luci e ombre, si è ripreso il centro del palcoscenico nel 2022 con un ‘tour’ di livello assoluto: prima l’Australian Open e poi, ovviamente, il ‘suo’ Roland Garros, magari per chiudere in bellezza. 

FLASH

Le ultime

Pesca a strascico: è vietata ma continua a mietere vittime

Nel 2006 l’Unione Europea ha introdotto nel Mediterraneo il divieto di strascico nei siti marini Natura 2000, istituiti per...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.