Lampedusa, a villa Due Palme Berlusconi assume personale: attesa per nuovo blitz del Cav
L

La striscia

(Adnkronos) – Domina la vista a Cala Francese, Villa due Palme. Silvio Berlusconi la comprò poco più di dieci anni fa, nella primavera del 2011, dopo aver visitato Lampedusa, allora – come oggi – minuscolo puntino sulla cartina italiana, ma crocevia di sbarchi di migranti, al centro della polemica politica. “Io – disse il leader di Forza Italia, appena sceso dall’aereo – devo diventare lampedusano anch’io. Mi sono attaccato a internet e ho scovato una bellissima casa a Cala Francese, si chiama Due Palme e l’ho comprata”.  

Due milioni di euro investiti, con l’obiettivo di rilanciare il turismo nell’isola, dando il buon esempio. Intanto l’immobile di colore bianco, circondato da palme giganti con vista sul mare, su due piani e con otto posti letto, diviene la 29esima dimora del Cavaliere. I lavori di ristrutturazione durano fino al 2015, poi nel giugno del 2019 per la prima volta il Cavaliere mette piede nella sua dimora. L’anno successivo, nel 2020, da quelle parti si vede Luigino Berlusconi, figlio minore dell’ex Presidente del Consiglio. Per lui una breve vacanza con gli amici, dopo essere atterrato con il suo jet privato all’aeroporto di Lampedusa.  

Da quel momento voci di vendita, o al contrario, l’attesa degli isolani pronti a fare selfie appena avvistato Berlusconi. Tutto continua a tacere, ma da Lampedusa si è saputo che proprio tre giorni fa la proprietà ha assunto una nuova persona per gestire la villa. Preparativi in vista, in attesa di una possibile nuova discesa nell’isola pelagica del Cavaliere? 

FLASH

Le ultime

A Milano arriva il festival dei vini ancestrali

Parliamo dei vini ancestrali e rifermentati in bottiglia (col fondo, sur lie, sui lieviti), che oggi trovano un rinnovato interesse da parte di un...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.