1 C
Rome
domenica 5 Febbraio 2023

Usa, trovate altre carte segrete Biden: Gop chiedono procuratore speciale
U

La striscia

(Adnkronos) – Cresce l’imbarazzo alla Casa Bianca per le carte segrete di Joe Biden, dopo che è stato rivelato che sono stati trovati altri documenti classificati in un altro ufficio da lui usato quando ha lasciato la vice presidenza. La nuova rivelazione sta facendo aumentare le richieste e le pressioni da parte dei repubblicani di nominare un procuratore speciale a cui affidare le indagini sulla vicenda.  

“Credo che se pensate che un procuratore speciale sia necessario per rassicurare il pubblico sulla gestione dei documenti classificati da parte di Donald Trump, dobbiamo nominare un procuratore speciale anche per la gestione impropria di documenti classificati da parte del presidente Biden quando era vice presidente”, ha detto il senatore Lindsey Graham intervistato da Fox News.  

La notizia del ritrovamento da parte dei legali di Biden del secondo gruppo di documenti classificati è stata rivelata da Nbcnews che cita fonti informate. Non sono stati forniti ulteriori dettagli, ma è stato specificato che queste carte si trovavano in un ufficio diverso da quello che Biden aveva presso il Penn Biden Center for Diplomacy and Global Engagement di Washington, dove all’inizio di novembre sono stati trovati i primi 10 files classificati. Non è stato ancora rivelato quando sia stato ritrovato il nuovo gruppo di carte segrete.  

La rivelazione è arrivata poco dopo che la portavoce della Casa Bianca, Karine Jean-Pierre, non ha voluto rispondere a chi le chiedeva se fossero stati perquisiti altri uffici e abitazioni di Biden alla ricerca di eventuali altri documenti classificati. “La cosa è al centro di un’indagine del dipartimento di Giustizia, non dirò di più di quanto detto dal presidente”, aveva risposto riferendosi a quanto dichiarato nei giorni scorsi da Biden che ha riferito di essere rimasto “sorpreso” nell’apprendere della presenza dei documenti nel suo ufficio, affermando che non sapeva nulla a riguardo.  

L’attorney general Merrick Garland ha affidato l’indagine a John Laush, un procuratore dell’Illinois nominato da Trump, ma evidentemente questo non sembra essere considerato sufficiente dai repubblicani per garantire l’assenza di interferenze politiche da parte dell’amministrazione democratica. “Se non sarà nominato un procuratore speciale per scoprire quello che è successo con il presidente Biden riguardo a queste informazioni classificate, questo danneggerà il Paese”, ha concluso Graham che poi ha definito “disgustosa” la politica di due pesi e due misure seguita da magistratura e media per la vicenda delle carte segrete di Biden e Trump.  

Anche un altro senatore Gop della commissione Giustizia, Josh Ashley, ha denunciato questo “sconvolgente doppio standard” nella lettera inviata a Garland per chiedere la nomina di un procuratore speciale, denunciando il fatto che Trump ha dovuto subire l’affronto “della perquisizione senza precedenti” da parte dell’Fbi, mentre il “presidente Biden non ha avuto nulla del genere”.  

FLASH

Le ultime

Catania, arcivescovo Renna a cittadini: ”Non abbiate paura come Sant’Agata”

(Adnkronos) - "A Catania abbiamo paura di un futuro che impoverisca la nostra città. Abbiamo paura di una politica...

Forse ti può interessare anche