India, Greens-Europa Verde: “L’Europa intervenga a favore dell’attivista per il clima Disha Ravi”
I

I più letti

Clima, continua il supporto della finanza globale al carbone: «In Italia Generali e Intesa seguano l’esempio di Unicredit»

A cinque anni dall’Accordo di Parigi sul clima, il supporto della finanza globale al settore del carbone non è...

Visoni e Covid, “Stop agli allevamenti: sono serbatoi di virus e possono portare a mutazioni pericolose”

"Mi sono più volte occupata dei focolai di COVID 19 scoppiati in diversi allevamenti di visoni negli Stati membri –...

Clint, il capovaccaio sull’orlo dell’estinzione protagonista del documentario dedicato al più piccolo avvoltoio d’Europa

La storia del giovane capovaccaio Clint è il filo conduttore di un documentario che racconta le attività in pieno...

“L’arresto, avvenuto in India, della giovane attivista per il clima Disha Ravi è intollerabile. Non è il primo arresto di questo tipo: chiunque prenda posizione al fianco dei contadini e contro la privatizzazione del mercato agricolo indiano rischia di finire in prigione. La comunità internazionale dismetta i panni dell’indifferenza e intervenga subito affinché Disha Ravi sia liberata: l’Europa, in particolare, sia il faro dei diritti umani e del diritto di parola nel mondo, a qualunque costo”. Così, in una nota, l’europarlamentare dei Greens/EFA Eleonora Evi e la co-portavoce nazionale dei Verdi Elena Grandi.

“L’India, – proseguono, – è un importante partner commerciale dell’Italia e dell’UE. Pertanto chiediamo al Ministro degli Esteri di attivarsi immediatamente presso i suoi omologhi europei per far sì che la risposta dell’Europa sia unanime: basta avallare sistemi antidemocratici fondati sul terrore e sulle persecuzioni, basta sostenere chi non riconosce i diritti umani, arrestando arbitrariamente chi manifesta pacificamente le proprie opinioni. Promuovere la transizione ecologica, che è proprio quello che stava facendo la giovane attivista indiana,  non può rimanere il solito slogan vuoto, – concludono Evi e Grandi, – è necessario riempirlo di contenuti per ottenere giustizia ambientale passando per la giustizia sociale”.

Le ultime

“Ci salvi chi può”: anche squali, pinguini, coralli e pesci dicono no al riscaldamento globale

RISCALDAMENTO GLOBALE? CI SALVI CHI PUÒ! Squali, pinguini e coralli per dire stop ai cambiamenti climatici. All'interno dell’acquario più...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.