Brasile, Bolsonaro trasferisce le competenze sulle terre indigene al Ministero dell’Agricoltura

I più letti

Riapertura: a pesare su negozi, bar e ristoranti 81 mln di presenze perse

A pesare sulla riapertura di negozi, ristoranti e bar è l’assenza del turismo con 81 milioni di presenze italiane...

Conte confida di arrivare a “mille” ma Vienna affonda la Corazzata “delle speranze”

“Il piano della Commissione europea sul Recovery Fund non sarà una fotocopia di quello franco-tedesco…” Roma...

Assistenti civici, chi sono e cosa fanno

(Adnkronos) Quello sugli assistenti civici è stato un accordo "chiuso con i sindaci che ringrazio e anche alle regioni...

Terminata la cerimonia del giuramento, Jair Bolsonaro – neopresidente del Brasile – ha trasferito la competenza sul processo di restituzione delle terre ai nativi dal Dipartimento Brasiliano degli Affari Indigeni (Funai) al ministero dell’Agricoltura. Con questo, passa di mano anche responsabilità di demarcare le terre indigene in un momento in cui l’industria e l’urbanizzazione richiedono sempre maggiori territori per soddisfare produzioni e bisogno di una popolazione in aumento.

“Si tratta di una dichiarazione di guerra ai primi popoli del paese” tuona Survival International, il movimento mondiale per la difesa dei popoli indigeni. Che continua, tratteggiando la figura del nuovo Ministro dell’Agricoltura: “Tereza Cristina, il nuovo Ministro dell’Agricoltura, si oppone da tempo ai diritti territoriali indigeni ed è a favore dell’espansione dell’agricoltura all’interno dei loro territori. È un assalto ai diritti, alle vite e ai mezzi di sussistenza dei popoli indigeni del Brasile: se le loro terre non saranno protette, rischiano il genocidio. E intere tribù incontattate potrebbero essere spazzate via”. Ma non si tratta solo di una questione di carattere culturale.
“Il furto dei territori indigeni getta infatti le basi per la catastrofe ambientale – continua l’associazione – I popoli indigeni sono i migliori conservazionisti e custodi del mondo naturale: le prove dimostrano che sanno prendersi cura dei loro ambienti e della fauna meglio di chiunque altro”.

Ma gli indigeni stanno già opponendo resistenza. “Non vogliamo essere spazzati via dalle azioni di questo governo. Le nostre terre giocano un ruolo fondamentale nel preservare la biodiversità” hanno detto gli Aruak, i Baniwa e gli Apurinã. “Siamo persone, esseri umani, il nostro sangue è come il suo Signor Presidente; nasciamo, cresciamo e poi moriamo nelle nostre terre sacre, come ogni persona sulla Terra. Siamo pronti al dialogo, ma siamo anche pronti a difenderci.”
Sonia Guajajara, leader indigena e candidata alla vice presidenza nelle elezioni 2018, ha dichiarato: “Resisteremo. Se saremo i primi popoli a essere attaccati, saremo anche i primi a reagire. Abbiamo il diritto di esistere. Non ci tireremo indietro. Denunceremo questo governo in tutto il mondo” ha dichiarato l’APIB, Associazione dei Popoli Indigeni del Brasile.


Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Le ultime

Parco d’Abruzzo, fotografata mamma orsa con 4 cuccioli: non si era mai avvistata prima

Non credevano ai loro occhi i due Guardaparco che hanno scattato queste foto due giorni fa, durante lo svolgimento...

Unione africana, oggi il 57esimo anniversario: “Italia in prima linea contro la desertificazione”

Roma - «Il primo incontro istituzionale che volli al Ministero, appena insediato, fu con Ibrahim Thiaw, il segretario esecutivo dell'Onu per la lotta alla...

Assistenti civici, chi sono e cosa fanno

(Adnkronos) Quello sugli assistenti civici è stato un accordo "chiuso con i sindaci che ringrazio e anche alle regioni che hanno firmato l'intesa. Gli...

Fase 2, riapertura tra regioni a rischio?

(Adnkronos) Dopo la possibilità di spostarsi liberamente entro la propria regione senza autocertificazione, gli italiani aspettano di potersi muovere anche tra una regione e...

Pregliasco: “Rischi effetto spogliatoio in palestre e piscine”

(Adnkronos) "La riapertura di palestre e piscine è uno step ulteriore" della fase 2 dell'emergenza coronavirus in Italia. "Una scelta giusta, perché l'attività fisica...

Il video del bambino e dell’orso bruno: “Ecco come comportarsi quando incontriamo la fauna selvatica”

Sporminore, ai lembi del Parco Naturale dell’Adamello Brenta, sopra i 2mila metri di quota. Loris Calliari gira il video di suo...

Fase 2, 60mila assistenti civici per vigilare

(Adnkronos) "In settimana dalla Protezione civile lanceremo il bando per il reclutamento di 60.000 ‘assistenti civici’. Il bando è rivolto a inoccupati, a chi...

Forse ti può interessare anche

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.