Lupi, orsi e linci vittime di incidenti stradali: al via un progetto per tutelarli
L

I più letti

Il vino, il made in Italy e la nuova agricoltura: intervista al Sottosegretario Gianmarco Centinaio

Il registro nazionale dei paesaggi rurali storici conta attualmente 25 tra i più significativi luoghi d’Italia dove nei secoli...

Nella mattinata di sabato 26 gennaio, presso la sala convegni del Centro visita di Pescasseroli (AQ) nel Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise, sarà presentato ufficialmente il progetto “LIFE SAFE CROSSING” (LIFE17NAT/IT/464), cofinanziato dalla Commissione Europea tramite il Programma LIFE NATURA.

Dopo il positivo esito del LIFE “STRADE” (www.lifestrade.it), prosegue infatti l’attività di sperimentazione di tecnologie e strategie mirate a mitigare il problema degli investimenti della fauna selvatica, con specifico riferimento all’orso, al lupo ed alla lince. Il progetto vede coinvolti numerosi soggetti italiani, spagnoli, greci e rumeni, che lavoreranno insieme per ben 5 anni su questo tema davvero importante ed attuale, che unisce la conservazione delle specie particolarmente protette al tema della incolumità delle persone che viaggiano in auto nelle aree popolate da grandi mammiferi.

I partner italiani del progetto (Agristudio S.r.l, Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, Parco nazionale della Majella e Provincia di Terni) il 26 gennaio presenteranno ufficialmente il progetto, soprattutto ai tecnici di enti gestori della viabilità, enti parco, enti territoriali ed a tutti coloro che sono interessati a vario titolo.

Le ultime

Il vino, il made in Italy e la nuova agricoltura: intervista al Sottosegretario Gianmarco Centinaio

Il registro nazionale dei paesaggi rurali storici conta attualmente 25 tra i più significativi luoghi d’Italia dove nei secoli...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.