Metano dagli scarti della produzione di olio e vino: al via il progetto ai Castelli Romani
M

I più letti

In libreria un manuale per supereroi salvambiente

E' uscito nelle libere all'inizio di settembre “IO CI TENGO! Manuale per supereroi salvambiente”. La pubblicazione, che...

Al via il diciottesimo Festival della Scienza di Genova nel segno delle “onde”

Compie diciott’anni una delle principali manifestazioni di divulgazione scientifica a livello internazionale, inaugurando un format innovativo...

Volontariato, ricchezza d’Italia: gente comune che fa cose straordinarie

Il volontariato è una delle grandi ricchezze d’Italia. Qualcuno ha pensato di candidarlo all’Unesco per la...

È stato finanziato dalla Regione Lazio il progetto del Parco regionale dei Castelli Romani in collaborazione con aziende locali, per sviluppare un modello di economia circolare nelle filiere olivoleica e vitivinicola, presentato lo scorso ottobre 2018 in risposta all’avviso pubblico regionale “Sostegno alla Qualificazione Apea”. Il finanziamento ricade all’interno del POR FESR Lazio 2014-2020 azione 3.1.2 “Aiuti agli investimenti per la riduzione degli impatti ambientali dei sistemi produttivi”, sub-azione: “Riconversione delle aree produttive in Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA)”, dell’Asse prioritario 3 – Competitività”.

“L’APEA – spiega l’ente parco – costituita da imprese del nostro territorio, consentirà il riciclo degli scarti di lavorazione (es. potature, sansa, nocciolino, vinacce) per la produzione di biometano che verrà utilizzato per i mezzi delle aziende costituenti l’APEA ed inoltre per i mezzi del Parco dei Castelli Romani, riducendone drasticamente l’impatto ambientale, in particolare la produzione di CO2 prodotta dai veicoli circolanti nel nostro territorio”.

“Siamo riusciti a cogliere questo primo importante risultato – dichiara il Presidente Ing. Gianluigi Peduto – che, attraverso il finanziamento ottenuto, ci consentirà di avviare uno studio di fattibilità volto a sviluppare nel settore agricolo locale un’economia circolare competitiva e sostenibile. Si apre così un nuovo capitolo legato alla tutela ambientale dove l’economia circolare sarà la protagonista aumentando la produttività attraverso la razionalizzazione delle materie prime, con una ricaduta positiva sul consumo energetico e di conseguenza sul cambiamento climatico in atto”. L’APEA “Castelli Romani” mira ad estendere la propria compagine, attraverso l’azione di sensibilizzazione e informazione che verrà operata dal Parco dei Castelli Romani, sulle circa 500 aziende che coltivano viti e olivo. A regime è prevista una produzione di biometano pari a 660.000 mc, con un potenziale risparmio di oltre 540 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) ed una riduzione di circa 1.300 tonnellate di CO2.

Le ultime

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Clima, primo accordo tra i Ministri Ue: zero emissioni entro il 2050

Il Consiglio dei ministri dell'ambiente dell'Ue ha raggiunto venerdì un accordo parziale sulla legge per il clima, con cui l'Ue fissa...

Munizioni al piombo nelle zone umide, LIPU chiede agli europarlamentari di chiudere la partita

Lettera dell’associazione agli europarlamentari: il piombo mette a rischio milioni di uccelli selvatici e l’ambiente “Sostenere la storica...

Arriva “asdeco”, il nuovo Covid-test di Enea: risultato entro quindici minuti

L’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile sta sviluppando un innovativo sensore che permetterà di effettuare...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.