1989-2019, Federparchi celebra 30 anni
1

I più letti

Intesa con il Mipaaf, Plasmon si impegna ad acquistare 25mila tonnellate di materie prime italiane

Nel 2020 acquisti di materia prima nazionale aumentati a 20.100 tonnellate. Collaborazione con Filiera Italia e Coldiretti. Aderiscono all’intesa...

La green economy torna in presenza: attesa a Parma la Green Week 2021

Nel futuro si potrà viaggiare a emissioni zero? È possibile ridurre la chimica in agricoltura? Come gestire i grandi flussi...

Bioplastiche, l’anno della pandemia batte il record: +9,4 sul 2019

La crisi economica per il Covid-19 non ha fermato la crescita del settore delle bioplastiche in Italia. Nel 2020...

Il 9 maggio Federparchi – Europarc Italia celebra i suoi trenta anni di attività al servizio delle aree protette: nasce infatti nel maggio del 1989 come coordinamento dei parchi e delle riserve regionali, per poi assumere la denominazione attuale nel 1998. Oggi riunisce oltre 160 organismi di gestione di parchi nazionali e regionali, aree marine protette, riserve naturali regionali e statali, oltre ad alcune Regioni e diverse associazioni ambientaliste. Rappresenta dunque un enorme patrimonio di biodiversità che incontra l’uomo, ben consapevole delle responsabilità che questo comporta. Poco dopo la sua rielezione, Giampiero Sammuri la sintetizzò così: “Ogni anno abbiamo 27milioni di presenze turistiche, una filiera che conta 105mila posti di lavoro e un valore di 5,5 miliardi grazie a coloro, italiani e stranieri, che si recano nelle nostre aree protette per godere delle loro bellezze ed eccellenze. E’ un fenomeno positivo e in forte crescita che però va governato, perché i parchi e le aree protette hanno il compito di salvaguardare questi habitat trovando il giusto punto di equilibrio fra la conservazione e le necessità di sviluppo, che deve essere rigorosamente improntato alla sostenibilità ambientale”.

L’appuntamento è per giovedì 9 maggio presso la Fondazione Bioparco di Roma, alla sala dei Lecci, alle ore 17.30.

Le ultime

Intesa con il Mipaaf, Plasmon si impegna ad acquistare 25mila tonnellate di materie prime italiane

Nel 2020 acquisti di materia prima nazionale aumentati a 20.100 tonnellate. Collaborazione con Filiera Italia e Coldiretti. Aderiscono all’intesa...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.