Buoni famiglia, “i Comuni rimborsino anche il cibo per gli animali domestici”
B

I più letti

Innovazione, gli OLED illumineranno l’agricoltura del futuro

I ricercatori del Centro ENEA di Portici hanno sperimentato per la prima volta sistemi di illuminazione OLED sulle piante in ambienti chiusi, dimostrando come la luce diffusa e a...

Emergenza Covid, il Mibact avvia il tavolo permanente per i professionisti della cultura

“Nasce il tavolo permanente per i lavoratori dei musei, degli archivi e delle biblioteche, un nuovo spazio istituzionale per...

Ricerca UniPg: dalla carne di coniglio una soluzione innovativa per i sistemi agroalimentari del Mediterraneo

Si chiama Omega Rabbit, è basato sulla carne di coniglio, e potrebbe diventare un alimento capace di rappresentare una soluzione...

L’Enpa chiede chiarezza all’Anci puntualizzando: “animali parte della famiglia”

Gli animali ormai sono parte integrante delle famiglie italiane ma molti Comuni non stanno rimborsando la spesa per il cibo dei nostri quattro zampe, come previsto dalle “misure urgenti di solidarietà alimentare”. L’Ente Nazionale Protezione Animali chiede all’Anci e al suo presidente, Antonio Decaro, di fare chiarezza per stabilire con certezza la possibilità di utilizzare i buoni spesa per l’acquisto di cibo per gli animali. Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa: “Cani e gatti sono parte della famiglia e come tale vanno riconosciuti”.

Le ultime rilevazioni dell’Eurispes ci dicono che quattro italiani su dieci accolgono almeno un animale in casa e ancora che due su tre li considerano dei veri e propri figli. Inoltre quasi tutti dedicano un budget familiare che va dai 30 ai 100 al mese.  “Gli animali sono ormai parte della famiglia degli italiani. Anche per questo chiediamo al presidente dell’Anci Antonio Decaro di fare chiarezza sulla possibilità di utilizzare i buoni spesa per acquistare cibo per animali. Non è comprensibile perché nonostante l’acquisto di cibo per gli animali sia incluso tra i ‘beni di prima necessità”, alcuni Comuni stiano comunque escludendo gli acquisti del cibo per cani e gatti dai rimborsi previsti dalle “misure urgenti di solidarietà alimentare. Confidiamo in un chiarimento da parte dei Comuni anche per poter rispondere ai tanti cittadini che si stanno rivolgendo ad Enpa per avere risposte a riguardo”.

Le ultime

Era lì da 700 anni, poi è arrivata la fibra ottica: storia della distruzione di un’antica strada all’Elba

I  Rimercojo (o Rimercoi), nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e nel Comune di Marciana, oggi parte del sentiero 180,...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.