Enoturismo: parte dai territori l’appello ai Ministri Garavaglia e Patuanelli
E

I più letti

Decreto Milleproroghe, moratoria allo stop trivelle e air gun estesa alla fine di settembre

Le commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera hanno raggiunto un compromesso applicando delle modifiche al decreto Milleproroghe, per...

Gestione del lupo, WWF: “Rispettare le direttive europee e aumentare gli sforzi per una convivenza pacifica”

La fauna è un bene indisponibile dello Stato e la gestione delle specie minacciate va operata su base nazionale e...

Perseverance è su Marte, ma dove di preciso?

Il rover Perseverance della Nasa è arrivato su Marte e ha mandato sulla Terra le prime immagini del Pianeta...

La Federazione Nazionale delle Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori esprime apprezzamento per l’Istituzione del Ministero del Turismo nell’ambito del neonato Governo e per le parole pronunciate dal Premier Draghi nel discorso al Senato di mercoledì 17 febbraio 2021, riguardanti questo comparto.

Il Presidente della Federazione nazionale, Paolo Morbidoni, ritiene che sia strategico “valorizzare le competenze maturate nei territori, sfruttare l’operatività di realtà già costituite e rappresentative, di partenariati orizzontali, come le Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori, ma non solo, per spendere presto e bene le risorse che saranno disponibili, sapendo che il turismo rurale ed enogastronomico rappresentano una fondamentale risposta per creare occasioni di lavoro qualificate, mantenere vitalità nelle campagne e nei borghi, conservare il territorio e valorizzare la straordinaria biodiversità di questo paese.”

Anche la nascita di un Ministero ad hoc, è certamente un’opportunità da cogliere, con l’auspicio che i tempi per renderlo operativo, trasferendo le competenze dal Mibact, non siano lunghi. La Federazione delle Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori d’Italia è pronta a dare il suo contributo, ripartendo da dove il lavoro si era interrotto. “Subito un tavolo di confronto con i nuovi Ministri all’Agricoltura, On. Patuanelli e Turismo, On. Garavaglia, insieme alle principali associazioni di settore che si occupano di enoturismo, ripartendo dal “Patto di Spello”, siglato lo scorso novembre da Federazione SVOS, Città del Vino, Città dell’Olio, Movimento Turismo del Vino e Movimento Turismo dell’Olio.”

Le ultime

Fagiolo tondino del Tavo, il piccolo legume riscoperto da un ristoratore, oggi è Presìdio Slow Food

Piccolo, tondeggiante e chiaro: si presenta così il fagiolo tondino del Tavo, appena entrato a far parte della famiglia...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.