Natura e cultura celebrano la Giornata Europea dei Parchi

I più letti

Codacons denuncia: “Spunta la tassa Covid, fino a 4 euro in più”

(Adnkronos) Spunta in Italia la 'tassa Covid', un balzello dai 2 ai 4 euro applicato dagli esercenti ai propri...

Sott’acqua al tempo del Coronavirus: idrofoni in 30 siti per ascoltare il mare

Dopo 100 ore di immersioni e oltre 300 di registrazioni sonore per documentare lo stato dei mari durante il...

Squalo Mako ucciso nel Golfo di Catania, Oipa valuta di procedere in sede giudiziaria

Il presidente dell’Oipa Comparotto: «Urgente ripensare le politiche della pesca» L’Oipa Italia sta...

I Parchi e le Aree protette costituisco un patrimonio unico e prezioso da vivere e da tutelare. Ieri si è festeggiata la Giornata Europea dei Parchi e si è rinnovata  l’iniziativa della Federazione Europea dei Parchi (EUROPARC) per ricordare il giorno in cui, nel 1909, venne istituito in Svezia il primo parco nazionale in Europa. In Italia i primi Parchi furono creati nel 1922: Gran Paradiso e Abruzzo.

Questa edizione della Giornata dei Parchi Europei 2018 si celebra nel corso dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale con lo slogan: “patrimonio culturale: è nella nostra natura. L’attenzione al Patrimonio Culturale caratterizza in modo particolare i Parchi e le Aree protette italiane che sono strettamente intrecciate con la popolazione e il territorio e che rappresentano spesso eccellenze non solo naturali o paesaggistiche ma anche storiche, artistiche e culturali.

“E’ stata un’occasione non solo di conoscenza, promozione ed esperienza delle bellezze naturalistiche delle Aree Protette – afferma il presidente Giampiero Sammuri – ma anche un momento per comprendere che i Parchi italiani sono una straordinaria occasione per un modello di sviluppo sostenibile. Un patrimonio collettivo che richiede la cura e l’attenzione di tutti i cittadini e di tutte le istituzioni.”

La celebrazione della Giornata Europea dei Parchi si sviluppa su più giorni, con un ricco programma di incontri, escursioni, mostre ed attività ambientali nelle aree protette. All’oggi sono oltre cento le iniziative segnalate e consultabili sul sito www.parks.it molte delle quali già avviate o che stanno per iniziare.


Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Le ultime

L’impatto del Covid sui siti Unesco: prosegue #shareourheritage

Mentre le Dolomiti e i loro abitanti affrontano la graduale uscita dall’emergenza COVID-19, uno sguardo agli altri Patrimoni Mondiali...

Sott’acqua al tempo del Coronavirus: idrofoni in 30 siti per ascoltare il mare

Dopo 100 ore di immersioni e oltre 300 di registrazioni sonore per documentare lo stato dei mari durante il lockdown si tirano le somme...

San Vito Lo Capo, portata in superficie ancora ellenistico-romana con rilievo di delfino

L'operazione è stata svolta dalla Soprintendenza del Mare in collaborazione con la Guardia di Finanza e BCsicilia a 20 metri di profonditàTrapani - Nei...

Lago di Garda, uova di cigno distrutte a sassate: “Visionare le telecamere di zona”

Enpa denuncia, chiede che vengano visionate le telecamere e scrive al SindacoRoma – Ha distrutto a sassate le uova di cigno deposte sulla riva...

Squalo Mako ucciso nel Golfo di Catania, Oipa valuta di procedere in sede giudiziaria

Il presidente dell’Oipa Comparotto: «Urgente ripensare le politiche della pesca» L’Oipa Italia sta valutando di procedere in sede...

Riapertura tra Regioni, sui Sibillini pronti i nuovi rifugi escursionistici provvisori

Gli interventi di ripristino dei rifugi escursionistici provvisori del Grande Anello assumono una rilevanza fondamentale per il rilancio del territorio dei Sibillini

Forse ti può interessare anche

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.