Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio
D

I più letti

Aree protette dimenticate dal Recovery Plan, Sammuri in Senato: “Si sblocchino almeno i fondi già esistenti, ecco nove proposte”

Federparchi ha illustrato anche al Senato le proposte di modifica al Piano Nazionale per la Resilienza e la Ripresa  (Recovery...

Etichetta energetica per elettrodomestici, da oggi si cambia

L’Unione Europea introduce a partire da oggi, 1° marzo 2021, in tutti i Paesi membri, la nuova e migliorata etichetta...

Onu: “Sono 75 i Paesi al mondo a produrre il 30 per cento di Co2, serve un taglio del 45”

Settantacinque paesi al mondo, che producono il 30% delle emissioni globali di gas serra, hanno preso impegni per ridurle...

Isola d’Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando spettacolo e attirando l’attenzione dei numerosi passanti e dei rappresentati delle istituzioni dell’Isola e del Parco nazionale Arcipelago toscano. Gli avvistamenti della fauna selvatica sono numerosi all’Elba, isola “capitale” del Parco Naturale dell’Arcipelago Toscano e cuore della Riserva MAB Unesco. Oltre alle balene e ai delfini, il 2020 è stato segnato dall’avvistamento di alcune orche e della foca monaca, assente da alcune decine di anni. L’Isola è da sempre nota per la varietà animale presente. Un fattore che rende l’ecosistema elbano ancora più prezioso e le acque che circondano l’Isola uno dei vertici del santuario dei cetacei che dall’Elba si estende fino alla Corsica e alle coste francesi. 

Le ultime

Aree protette dimenticate dal Recovery Plan, Sammuri in Senato: “Si sblocchino almeno i fondi già esistenti, ecco nove proposte”

Federparchi ha illustrato anche al Senato le proposte di modifica al Piano Nazionale per la Resilienza e la Ripresa  (Recovery...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.