Al via Obiettivo Terra: fino al 24 maggio il voto per le 30 foto finaliste
A

I più letti

SIMA e Italiaambiente debuttano in TV: al via “LIFE – Ambiente, Salute e Società”, il programma televisivo sulla transizione ecologica

Con i temi della transizione ecologica a fare da leitmotiv, debutta questa sera, alle ore 22.30, “LIFE - Ambiente,...

Presentate in diretta streaming le 30 foto finaliste al concorso Obiettivo Terra 2020: una finestra sulle bellezze delle aree protette italiane. Su Fanpage.it si può votare lo scatto preferito e scegliere il vincitore della Mezione Speciale.

Le 30 foto finaliste al concorso fotografico Obiettivo Terra 2020 sono state rese note ieri nel corso della diretta streaming “50° Earth Day. La bellezza della natura: opportunità per la ripresa del turismo in Italia”, promossa in occasione della Giornata Mondiale della Terra da Fondazione UniVerde, Società Geografica Italiana Onlus e Federparchi, in collaborazione con Cobat e Opera2030. Con la selezione dei 30 scatti finalisti, il contest fotografico ‘Obiettivo Terra 2020’, promosso da Fondazione UniVerde e Società Geografica Italiana Onlus, che invita gli italiani a raccontare per immagini le bellezze dei Parchi Nazionali e Regionali, delle Aree Marine Protette e delle Riserve Statali e Regionali del nostro Paese, novità di questa 11a edizione, è giunto alle fasi finali. Ora sarà compito della Giuria di esperti scegliere il vincitore dell’11a edizione che sarà ufficializzato, insieme agli altri riconoscimenti, il 15 luglio 2020 presso Villa Celimontana a Roma, la storica sede della Società Geografica Italiana.

Fino al 24 maggio (Giornata Europea dei Parchi), attraverso un sondaggio, il pubblico web potrà votare sul quotidiano online Fanpage.it l’immagine più bella tra le 30 finaliste e decretare il vincitore della Menzione Speciale. Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde, ha dichiarato: “C’è bisogno di aprire un nuovo ciclo per vincere la sfida globale del coronavirus. I Parchi, le Aree Marine Protette e le Riserve sono una risorsa importante per il nostro Paese. Occorre ampliare le zone economiche ambientali a tutte le aree protette italiane, anche oltre i Parchi nazionali. Questo capitale naturale è un vero tesoro per l’Italia e le foto finaliste al concorso Obiettivo Terra, che abbiamo presentato, sono messaggi d’amore verso il Belpaese. Occorre investire sulle aree naturali per potenziare la loro tutela e la loro capacità di attrattiva. Sono un argine al degrado ambientale e occasione di ripartenza sostenibile”. Fa eco Giampiero Sammuri, Presidente di Federparchi, che sottolinea: “La stragrande maggioranza degli italiani che, in questa fase di contenimento dei contagi, è rimasta responsabilmente a casa, avrà bisogno di ritrovare il proprio equilibrio, a contatto con la natura. Siamo pronti ad accogliere i visitatori nei nostri Parchi, e lo faremo con aperture controllate e in sicurezza. Le aree naturali protette già dispongono di regolamenti che, per motivi naturalistici, consentono contingentamenti. I Parchi sono quindi pronti per la ripresa, all’insegna di un turismo che sia sempre più all’insegna della sostenibilità”. Rosalba Giugni, Presidente di Marevivo, l’associazione ambientalista che assegnerà l’omonima Menzione Speciale al concorso, ha concluso: “In tutti questi anni, il nostro lavoro è stato quello di diffondere l’importanza di tutelare il mare e le sue innumerevoli specie. Siamo orgogliosi che la sensibilità verso la bellezza delle profondità del nostro pianeta blu sia aumentata con il concorso Obiettivo Terra”.

Le ultime

SIMA e Italiaambiente debuttano in TV: al via “LIFE – Ambiente, Salute e Società”, il programma televisivo sulla transizione ecologica

Con i temi della transizione ecologica a fare da leitmotiv, debutta questa sera, alle ore 22.30, “LIFE - Ambiente,...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.